portaledonna - 4 sì anticlericali per la libertà religiosa
Home arrow Diritti arrow 4 sì anticlericali per la libertà religiosa
Venerdì 23 Agosto 2019

Login





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
 
Annuncio Pubblicitario
4 sì anticlericali per la libertà religiosa | Stampa |
“A metà degli anni ’90, la Chiesa cattolica torna all’attacco sulla fecondazione assistita, già condannata nel modo più duro con l’Istruzione Donum Vitae del cardinale Ratzinger…
La scommessa di Giovanni Paolo II è di rilanciare nelle società contemporanee la dottrina morale cattolica sui temi della sessualità e della procreazione… La chiesa non aveva dimenticato certamente la sconfitta amara nel referendum sull’interruzione di gravidanza… Ma la fecondazione in vitro era un’altra storia… La provetta era guardata con perplessità crescente per gli esperimenti sconsiderati che ogni giorni di più le venivano attribuiti. Era insomma il varco possibile per rimettere in discussione i temi controversi su cui si stava misurando la bioetica” (Chiara Valentini, “La fecondazione proibita”, Feltrinelli, p. 110)
 
Dietro l’approvazione della legge sulla fecondazione assistita ci sono evidenti pressioni del Vaticano sui partiti. Ne sono testimonianza le pesanti ingerenze del presidente della Conferenza episcopale italiana Camillo Ruini, che ha più volte invitato i cittadini italiani ad astenersi dal voto per far fallire i referendum, ha esercitato pressioni sul governo per fissare la data dei referendum a giugno in modo da favorire l’astensionismo e ha ottenuto, facendo perno sui partiti cattolici presenti in entrambe le coalizioni, che fosse respinta sia dal centrodestra che dal centrosinistra la richiesta di ospitalità elettorale avanzata dai radicali per le regionali.
 
Dopo lo scioglimento della Democrazia cristiana, il Vaticano ha acquisito una forza di condizionamento ancora maggiore sulla politica italiana. La sua ingerenza si fa sentire indifferentemente dalle maggioranze politiche al governo. Basti un solo esempio. Nel 1999 venne votata alla Camera una legge sulla fecondazione assistita altrettanto proibizionista di quella poi approvata nel 2004. Allora il progetto di legge naufragò, ma alla Camera (maggioranza di centrosinistra) venne approvata con 266 voti a favore e 153 contro. La legge 40 del 2004 (maggioranza di centrodestra) è stata approvata con un risultato sorprendentemente simile: 268 voti a favore e 144 contro!
 
Ma la chiesa delle ingerenze politiche, la chiesa che riceve dallo Stato ogni anni 1 miliardo di euro per l’8 per mille insieme ai privilegi fiscali, ai finanziamenti regionali agli oratori (solo nel Lazio 1.200 progetti finanziati), agli stipendi pagati dallo Stato a insegnanti di religione, cappellani militari, assistenti religiosi negli ospedali, alla propaganda televisiva di Stato assicurata dalla Rai (nel periodo tra il 1° gennaio a fine settembre 2004 solo su Rai Uno 486 presenze di ecclesiastici, contro 423 presenze di esponenti del governo), la chiesa che vieta l’uso del preservativo in Africa è sempre meno la Chiesa dei credenti.
Non sono solo i sondaggi a dimostrare come su temi come l’eutanasia, l’aborto, l’uso degli anticoncezionali, la fecondazione assistita i credenti siano assai distanti dai dettami della gerarchie ecclesiastiche. Sempre più anche illustri teologi e altri esponenti del pensiero cattolico esprimono posizioni di dissenso.
 
Votare sì significa anche liberare la società italiana dalle ingerenze delle gerarchie ecclesiastiche, e porre un freno alla deriva clericale e autoritaria della Chiesa cattolica, restituendo anzitutto ai fedeli la libertà religiosa e al posto dell’obbligo di professare una religione di stato.
 

Il cattolicesimo silenziato dalle gerarchie vaticane

Con la diagnosi preimpianto “forse è stato violato un nostro modo di intendere la morale cattolica, ma non dimentichiamoci che il messaggio biblico e la scienza procedono su piani diversi. Ad esempio
Galileo diceva che la Bibbia non insegna come vada il cielo, ma come si vada in cielo. Per passare dalla questione cosmologica a quella etico-biologica, direi: la Bibbia insegna non come la vita dal non essere venga all'essere; ma piuttosto i modi in cui, venuta all'essere, la vita debba essere vissuta. (...)
Le cellule staminali promettono risultati di grande portata terapeutica, la nostra morale a mio giudizio non dovrebbe a priori negarne lo sviluppo”. Giovanni Reale, filosofo cattolico al quale Giovanni Paolo II ha affidato la revisione e la pubblicazione delle proprie opere filosofiche
 
“La fecondazione assistita omologa va vista come completamento dell’atto coniugale. Non sopporto gli irsuti inquisitori che pretendono di alzare il lenzuolo del letto nuziale; mi pare impudico. Credo che a suo tempo la Chiesa accetterà la fecondazione omologa in vitro, come accetterà, almeno per situazioni limite, la pillola contraccettiva e il preservativo. Per farlo capire a certi proibizionisti basterebbe che uscissero dalle affrescate stanze curiali e si intrattenessero per un po’ nelle favelas e nei tuguri africani”.
Don Luigi Verzé, fondatore del San Raffaele
 
“Bisogna invece rendersi conto che siamo di fronte, come ho già osservato, ad una specie di scisma. Non è uno scisma istituzionale, ossia tale da assumere, come è avvenuto spesso in passato, la forma di una società ecclesiale separata dalla Chiesa cattolica storicamente istituita. E' piuttosto un distacco, semplicemente nascosto, o sommerso, di molti fedeli dalla soggezione agli insegnamenti della gerarchia ecclesiastica della quale non si accettano più posizioni dottrinarie o pratiche pastorali che si ritengono fuori dal tempo e dallo spazio della scienza.”
Pietro Prini, filosofo cattolico
 
“Ancora una volta ci troviamo di fronte al caso di persone di sesso maschile, celibi, che si pronunciano sul problema della riproduttività femminile, quando la voce delle donne non è stata nemmeno ascoltata”
Daniel Maguire, teologo

A cura di
Radicali Italiani - Associazione Luca Coscioni www.4si.it

Articoli collegati
quadratino02.gif Io non mi astengo
quadratino02.gif I 4 referendum
quadratino02.gif 4 sì per abrogare la legge
quadratino02.gif 4 sì per la libertà di compiere un atto d'amore
quadratino02.gif 4 sì per la libertà di ricerca scientifica e la di cura di milioni di malati
quadratino02.gif 4 sì contro l'equiparazione tra concepito e persona
quadratino02.gif 4 sì anticlericali per la libertà religiosa
quadratino02.gif 4 sì per restituire al medico la libertà terapeutica
quadratino02.gif 4 sì per consentire la diagnosi preimpianto
quadratino02.gif 4 sì per la fecondazione eterologa 
 
 
Home | Primo Piano | Associazioni | Identità | Corpi | Società | Diritti | Politica | Cultura | Globalizzazione | Cerca | Contatti | Links |

Valid CSS!

Calendario Eventi
Agosto 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
282930311 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Notizie siti collegati

Unione Femminile

Centro Progetti Donna
© 2019 portaledonna - webmaster
Joomla! è un software libero realizzato sotto licenza GNU/GPL..