portaledonna - Oscillazioni Eretiche
Home arrow Politica arrow Oscillazioni Eretiche
Giovedì 17 Gennaio 2019

Login





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
 
Annuncio Pubblicitario
Oscillazioni Eretiche | Stampa |
COS'E' OSCILLAZIONI ERETICHE
sun.gifOE è un progetto di partecipazione. Ne fanno parte un numero variabile di persone, di n. sessi, di generazione e provenienza non definita.

Oscillazioni perché ciò che oscilla ha un proprio centro di equilibrio, ma attua un movimento nello spazio e nel tempo, spostandosi dal proprio asse e ad esso tornando per cambiare posizione. Tale è per noi l’identità politica: un perno, un centro di forza. Perché ci si identifica sempre in qualcosa: è necessario al pensiero, all’azione e all’emozione. Negarlo è ideologia.
Il nostro perno è fatto di pochi semplici punti fermi. Da questo centro di forza muove l’azione, che non segue la via rigida di un codice programmatico, ma si sviluppa a ritmo variabile a seconda delle sollecitazioni e del contesto.

Eretiche perché vogliamo svelare, discutere, sgretolare i dogmi che imprigionano individui e comunità, relazioni e pensiero, immaginazione ed emozione. Il dogma imposto sempre più violentemente dai vertici della Chiesa cattolica, che vorrebbero decidere per noi come e chi amare, in quale famiglia, come diventare genitori, come dobbiamo essere madri e padri, quale ruolo dobbiamo avere nella società. Il dogma imposto subdolamente dalla mercificazione di ogni aspetto dell’esistenza, che ci vuole sempre giovani e in forma, senza grinze sulla pelle né debolezze nell’animo, che ogni desiderio è trasforma in domanda di consumo, per il quale il limite non è che un incidente cui porre rimedio con l’innovazione scientifica e tecnologica. Il dogma che si maschera dietro l’opposizione tra natura e cultura, per cui è giusto e lecito ciò che è “naturale” e tutto il resto va ai margini, catalogato come “diverso”, per cui i corpi devono essere “a norma” e i desideri anche. Il dogma della paura in tutte le sue forme: dello straniero, del diverso, di ciò che non si conosce, del nemico, del terrorista, dell’altro. Il dogma della via unica per la rivoluzione e/o per il buon governo che i professionisti della politica sostengono senza l’ombra di un dubbio - che portino gli anfibi e i dread oppure il doppiopetto e il gessato grigio.

In OE, maschile e femminile sono solo i due punti estremi di una gamma di possibilità. Nella nostra tavolozza sono presenti tutte le sfumature derivanti dalle mescolanze. Questo non significa certo l’assunzione della neutralità come perno. Tutt’altro. Tra gli elementi che costituiscono il nostro punto d’appoggio c’è la volontà di liberarci dei ruoli sessuali tradizionali e contribuire al loro sgretolamento, perché su essi si fonda un ordine simbolico, sociale, economico fonte di violenza e oppressione. Quei ruoli che prevedono l’uomo macho, forte, pater familias, primo censore della propria sensibilità e fragilità affettiva, attivo, al potere ovunque (nei partiti di destra e di sinistra, nei governi, nelle aziende, nei media), padrone della scena “pubblica”. La donna bella, debole, accogliente, dedita alla cura, sensibile ed emotiva, passiva, respinta nella “sfera privata”, angelo del focolare, del ciclostile o dell’agenda del capo (nei partiti di destra e di sinistra, nei governi, nelle aziende, nei media).

Osserviamo che i ruoli sessuali si stanno modificando. Ci chiediamo in che direzione vada questo cambiamento. Osserviamo frequentemente l’unione del peggio del “maschile” al peggio del “femminile”. Così, molti uomini, afflitti dalla paranoia della forma perfetta, diventano ghiotto mercato per l’industria cosmetica e tuttavia non si avvicinano all’esperienza della cura, mantenendo il materno ben lontano da sé.
Molte donne ancora schiacciate nella tenaglia “o donna o madre” (dalla Chiesa, dal mercato del lavoro, dall’immaginario sociale) faticano a mettere in discussione le premesse di questa tenaglia accontentandosi di poteri piccolini, nell’orticello che si sono ritagliate sgomitando a destra e a manca.

Osserviamo spesso nei luoghi del dissenso - anche in quelli in cui si forma consapevolezza politica circa i ruoli sessuali dominanti e ad essi ci si oppone - ancora e sempre la tendenza a cristallizzare la critica in un confine che segna “dentro e fuori”, l’appartenenza ad una categoria, ad un gruppo, ad un tipo. Crediamo che ogni volta questo sia da mettere in discussione.

OE nasce in una città - Milano - ma è nomade. OE è spalmata su territorio eppure non è solo una rete virtuale, perché da una rete ci si può collegare e scollegare quando si vuole, senza affanno e soprattutto senza responsabilità. OE è un progetto di condivisione che di volta in volta si concretizza in un’azione precisa, visibile, alla quale le persone che vi partecipano attivano relazioni e energie, impegno, passione. Quel che accade nella relazione non è indifferente. A che serve invocare una presenza più significativa della Sinistra, quando noi per prime/i - che nella Sinistra vorremmo riconoscerci - agiamo solo sulla sollecitazione della nostra esigenza individuale? Siamo ben consapevoli di quanto il cammino sia pieno di buche e della difficoltà di riconoscere il fascismo, il qualunquismo, il maschilismo, il menefreghismo, l’egoismo, l’individualismo che portiamo dentro e che riproduciamo nelle relazioni nostro malgrado. Crediamo che il conflitto serva a riconoscerlo e osservarlo, in un processo di autocritica costante.
OE non è attaccata al proprio nome. Oggi ci serve per fare, domani chissà.

OE lavora a progetto. Il primo progetto di OE è dare vita ad un incontro a Milano, volto ad un’azione politica sui luoghi e i processi della tecnologia applicata alla vita.

Dopo il referendum sulla fecondazione artificiale, torniamo sulle domande per individuare forme di resistenza...

info
Oscillazioni Eretiche
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 
 
Home | Primo Piano | Associazioni | Identità | Corpi | Società | Diritti | Politica | Cultura | Globalizzazione | Cerca | Contatti | Links |

Valid CSS!

Calendario Eventi
Gennaio 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
30311 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2
Notizie siti collegati

Unione Femminile

Centro Progetti Donna
© 2019 portaledonna - webmaster
Joomla! è un software libero realizzato sotto licenza GNU/GPL..